Quantcast
Loading...
Are you the publisher? Claim or contact us about this channel


Embed this content in your HTML

Search

Report adult content:

click to rate:

Account: (login)
Loading...

More Channels


Showcase


Channel Catalog


Loading...

Channel Description:

Le notizie LIVE dalla Campania

older | 1 | .... | 930 | 931 | (Page 932) | 933 | 934 | .... | 1558 | newer

    0 0

    Salerno. Sono Giuseppe De Camillis di Fragneto Monforte e Fernando Spanò di Pomigliano d’Arco i due giudici arrestati stamane dalla Guardia di Finanza per corruzione in atti giudiziari per aver pilotato sentenze della commissione tributaria di Salerno in favore di alcuni imprenditori. I due giudici sono stati arrestati insieme ad altre 12 persone, tra le quali due dipendenti della sede giudiziaria salernitana, Salvatore Sammartino di Sarno e Giuseppe Naimoli di Salerno. Tra gli arrestati anche Alfonso De Vivo, consigliere comunale di Castel San Giorgio e Teodoro Tascone di Pontecagnano, già parlamentare per l’Msi, commercialista. Nell’inchiesta della Guardia di Finanza sono finiti imprenditori consulenti, dipendenti e giudici, ma anche alcuni parenti di coloro che avrebbero ordito il sistema di corruzione. E’ indagato a piede libero, infatti, anche il figlio del giudice Spanò, Franco. Secondo l’accusa, i giudici e i dipendenti dell’ufficio giudiziario chiedevano dai 5mila ai 30mila euro per pilotare le decisioni della commissione tributaria in favore di imprenditori che avevano contenziosi con il fisco. Le sentenze favorevoli, secondo una stima della guardia di Finanza, avrebbero permesso di risparmiare 15 milioni di euro agli imprenditori coinvolti.
    Ecco i nomi degli arrestati
    Cosimo Amoddio, Battipaglia
    Vincenzo Castellano, Ariano Irpino
    Angelo Criscuolo, Cicciano
    Antonio D’Ambrosi, Nocera Inferiore
    Giuseppe De Camillis, Fragneto Monforte (Avellino)
    Alfonso De Vivo, Castel San Giorgio
    Claudio Domenico Duschi, Staletti
    Andrea Miranda, San Valentino Torio
    Giuseppe Naimoli, Salerno
    Giuseppe Piscitelli, San Sebastiano al Vesuvio
    Aniello Russo, Tramonti
    Salvatore Sammartino, Sarno
    Fernando Spanò, Pomigliano d’Arco
    Teodoro Tascone, Pontecagnano Faiano

    Indagati a piede libero
    Giuseppe De Vivo, Castel San Giorgio
    Maria Evilina Di Nosse, Nocera Superiore
    Cesare Alessandro Gonnelli, Formello Roma
    Franco Spanò, Pomigliano d’Arco
    Raffaele Romano, Scafati

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    Una busta con un messaggio intimidatorio ed un proiettile e’ stata recapitata al colonnello Michele Arvonio, Comandante della Polizia Municipale di Avellino. “Al primo sfratto, verrai sfrattato anche tu!”, questa la minaccia contenuta nel messaggio, che fa riferimento alle imminenti assegnazioni di case popolari agli aventi diritto con conseguente sfratto di chi risultera’ occupante abusivo. Le occupazioni abusive sono abbastanza diffuse ad Avellino,e contro di esse Arvonio, dirigente dello specifico settore, si batte da tempo. “Vado avanti, non mi lascio intimidire”, ha detto il Comandante della Polizia Municipale. Sulla vicenda la Procura di Avellino ha aperto una indagine. Il bando di concorso per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e’ stato pubblicato all’inizio del mese di Aprile.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    Oroscopo, cosa ci aspetta oggi 16 maggio secondo lo Zodiaco.

    Ariete – Prima di prendere qualsiasi iniziativa di lavoro studiate attentamente la situazione. Momento di crisi negli affetti.

    Toro -Nel lavoro le questioni che finora vi sembravano incomprensibili si riveleranno facili e risolvibili. L’amore va afferrato al volo.

    Gemelli – Le difficoltà nel lavoro non vi scoraggeranno: la volontà ve le farà superare bene. Conflitto in amore.

    Cancro – Potrebbe capitarvi presto l’occasione di farvi avanti in assenza di qualche vostro collega prezioso. Il cuore comincia a battere forte

    Leone – Finora avete tirato a campare: è arrivato il momento di dimostrare ai superiori le vostre capacità. I vostri desideri in amore si realizzeranno.

    Vergine – Dubitate di chi vi vuole aiutare, si nascondono secondo fini. Novità nel lavoro, in amore la situazione è stazionaria

    Bilancia – Avete l’esperienza necessaria per aggirare qualsiasi ostacolo si presenti nel lavoro. In amore potete dirvi soddisfatti

    Scorpione – La situazione nel lavoro sta diventando interessante e varrà la pena farsi avanti con coraggio. Non scherzate con i sentimenti altrui

    Sagittario – In questo periodo nel lavoro evitate di strafare, impegnatevi in cose che si possono ottenere facilmente. In amore evitate screzi insanabili.

    Capricorno – Anche se si verificheranno imprevisti nel lavoro siete in grado di fronteggiarli al meglio. In amore state sottovalutando i segnali.

    Acquario – Vi sentite sicuri di voi stessi e pronti ad assumervi nuove responsabilità professionali: avanti tutta. Grosso successo nei rapporti affettivi.

    Pesci – Non avete bisogno di incoraggiamenti o aiuti: nel lavoro ve la cavate benissimo anche da soli. Siate più arrendevoli con chi vi ama.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    Caserta.Mamma Filomena e il fratello Domenico non riescono a capacitarsi come il loro amato Salvatore Consolazio possa essere entrato in ospedale a Caserta un mese fa per un mal di pancia e sia uscito da lì il giorno dopo in una bara. Il tremendo caso avvenuto a Caserta ha posto l’indagine della Procura in merito a quanto possa essere avvenuto in quelle tragiche ore presso l’ospedale San Sebastiano di Caserta con il 39enne ricoverato che purtroppo è deceduto dopo ore di agonia e dolore per un “semplice” mal di pancia e stomaco rivelatisi purtroppo fatali. Arrivato in ospedale l’11 aprile, è deceduto il 13 e ora la Procura di Santa Maria Capua Vetere ha disposto il sequestro della cartella clinica e l’autopsia sul corpo del 39enne per chiarire le cause del decesso: addirittura 5 medici sono indagati dopo la denuncia partita dalla famiglia che accusa l’ospedale di avere “abbandonato” per troppe ore il povero Salvatore senza assisterlo e senza indagare sui mali che lo stavano affliggendo.
    Dopo 30 ore al pronto soccorso mamma Filomena accusa – parlando in diretta a Pomeriggio 5 – «lo hanno abbandonato. Io ho visto come trattano anche gli altri pazienti: non ti assistono ma ti lasciano abbandonato al tuo destino, è uno scandalo» dice tra le lacrime la mamma sconvolta per quanto avvenuto al suo Salvatore. Proprio la denuncia dei familiari ha fatto scattare il tutto: secondo loro, al proprio parente «non sarebbero state fornite tutte le cure del caso». La Procura ha così aperto una inchiesta, nella quale risultano adesso indagati i cinque professionisti dell’ospedale San Sebastiano di Caserta: «Barbara, forse poteva essere salvato ma dopo 30 ore in agonia al Pronto Soccorso…», lamenta anche il fratello Domenico Consolazio, aggiungendo che in un primo momento i medici avevano promesso a Salvatore che nel giro di poco lo avrebbero curato e poi dimesso. Purtroppo, non è andato così e ora bisogna capirne il motivo.

    Gustavo Gentile

    Cronache della Campania@2018


    0 0

     Stamane San Giovanni a Teduccio torna a scendere in piazza contro il degrado e la criminalità . A partire dalle alle 10 ci sarà una manifestazione da Vico II Villa, nei pressi del Parco Troisi, e terminerà al Parco Teodosia, “Iononcisto…all’abbandono”, organizzata contro lo stato di abbandono che vive il quartiere da anni é a cui stanno lavorando da oltre due mesi la Rete Napoli Zeta, l’IC Vittorino da Feltre, la Parrocchia San Giuseppe e Madonna di Lourdes. La marcia vede la chiusura da un palco, montato in vico Pazzigno davanti al Parco Teodosia, chiuso da vent’anni e diventato presto altro simbolo del degrado e dell’abbandono che vive la periferia orientale di Napoli. Dal palco si esibiranno 13 rapper uniti in un progetto musicale che nasce dall’idea del regista Ambrogio Crespi, da una produzione musicale di Michele Sbam, dando vita alla canzone “Ora basta”, in risposta al ferimento della piccola Noemi durante l’agguato del 3 maggio a Piazza Nazionale. Il progetto ha il patrocinio morale della Fondazione Onlus ‘A Voce d’e creature’ di Don Luigi Merola ed i fondi raccolti dall’iniziativa e dai diritti della canzone, saranno destinati a progetti per la tutela e l’inclusione dei più piccoli. ci sono cinque artisti che hanno partecipato alla soundtrack di Gomorra: Ntó (voce storica dell’hip hop napoletano), El koyote, El barrio, Palù e Michele Sbam. Poi ancora i rapper, Priore, Marziano, Kiaman, Red Family, Blaak Jack e Gesualdo. Inoltre gli organizzatori leggeranno una lettera aperta alla città, un grido di allarme e insieme speranza che dovra’ essere raccolto dalle tante istituzioni e cittadini previsti. L’omicidio del 9 aprile scorso e’ solo l’apice di una escalation criminale che va avanti dal dicembre del 2017. È da piu’ di un anno, infatti, che scuole, associazioni e parrocchie del quartiere non hanno mai smesso di denunciare l’abbandono perpetrato da tutte le istituzioni, da quelle locali a quelle nazionali, del nostro territorio. Quella del 16 maggio è una seconda edizione del corteo “Iononcisto” dell’anno scorso e vuole diventare un appuntamento fisso di ritrovo di tutta la parte sana del quartiere e della città. “A circa un anno di distanza dalla prima edizione della marcia “Io Non Ci Sto” Ci ritroviamo a marciare per le strade di San Giovanni a Teduccio per ribadire che esiste una parte sana del quartiere che non si arrende al degrado e all’abbandono”, ha spiegato Valeria Pirone, preside dell’Istituto Comprensivo Vittorino Da Feltre. E poi ha aggiunto : “Gli ultimi gravissimi fatti di cronaca nera ci spingono ora più che mai a rivendicare i nostri diritti negati. Invito tutta la cittadinanza a marciare con le scuole le associazioni e le parrocchie perché la rinascita del quartiere e’ possibile con la partecipazione di tutta la città”.

    Cronache della Campania@2018


    Loading...
    0 0


    Cronache della Campania@2018


    0 0

    Zorro-SalviniNapoli. Continua l’ironia della rete sul furto di un pupazzetto di Zorro subito quando era all’asilo da Matteo Salvini, come raccontato nel libro scritto da Chiara Giannini. Gli attivisti del centro sociale Ex Opg di Napoli, città dove oggi è atteso in Prefettura il ministro per un comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, hanno postato sui loro profili social un video con tanto di lettera anonima di richiesta di riscatto ed un pupazzetto di Zorro legato ed imbavagliato. “Ciao Matteo, come vedi abbiamo noi il tuo pupazzetto – annuncia nel video una delle attiviste ch come gli altri indossa la mascherina nera di Zorro – per averlo chiediamo che tu restituisca i 49 milioni che la Lega ha sottratto ai cittadini di questo Paese”. Il video si conclude con l’annuncio di una manifestazione in concomitanza con la visita del ministro e con la famosa sigla finale dei telefilm anni ’60 dell’eroe mascherato.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    contrabbando-sigarette

    Nella tarda mattinata di ieri il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Caserta – all’esito di un pedinamento – ha sottoposto a controllo nel centro abitato di Giuliano in Campania un furgone sospetto, sequestrando complessivamente 8 quintali di sigarette di contrabbando ed individuando un’abitazione adibita a deposito di prossimità utilizzato per lo smercio locale. Una pattuglia della Sezione Mobile del Nucleo PEF di Caserta ha intercettato lungo la SS. 7-bis Aversa-Melito un furgone con targa italiana in pessime condizioni d’uso e palesemente appesantito dal carico trasportato. Quindi, i finanzieri hanno deciso di seguire l’automezzo sino ad un cortile di una palazzina sita nel centro del Comune di Giugliano in Campania dove, dopo alcuni minuti di sosta, l’autista, insieme ad un altro soggetto risultato poi essere il proprietario dell’immobile, ha iniziato a scaricare dal veicolo voluminose scatole di cartone per trasferirle all’interno di un’abitazione posta al piano rialzato. Pertanto, i militari operanti hanno proceduto all’ispezione dell’automezzo e all’apertura delle scatole, rinvenendo circa 2 quintali di sigarette di contrabbando. Successivamente i finanzieri hanno effettuato la perquisizione dell’abitazione rilevando la presenza, persino sotto il letto, di altre scatole di cartone contenenti anch’esse tabacchi lavorati esteri di contrabbando, per altri 6 quintali: un vero e proprio emporio di “bionde” di contrabbando a disposizione della “rete” di venditori al dettaglio. L’operazione di conteggio ha permesso poi di appurare che il tabacco – destinato al mercato locale e privo del contrassegno di Stato – riportava ben tredici marchi differenti tra cui “REGINA”, “RICHMOND”, “MERIT”, “RONE”, “MARK 1”, “CHESTERFIELD”, “MARBLE”, “WEST”, “MARLBORO”, “NERO” e “AMERICAN LEGEND” e che si trattava in gran parte di sigarette c.d. “cheap white”, ovvero di tabacchi originali recanti marchi registrati nei rispettivi Paesi di produzione (Russia, Emirati Arabi Uniti, Cina e Ucraina), che non possono, tuttavia, essere venduti in Italia o all’interno dell’Unione Europea, in quanto non conformi ai parametri minimi di sicurezza previsti dalla normativa comunitaria. All’esito delle operazioni, la merce di contrabbando e il mezzo di trasporto utilizzato dai contrabbandieri, per un valore di circa 200.000 euro, sono stati sottoposti a sequestro, mentre i due responsabili del traffico illecito (P.F. cl. 1968 e E.U. cl. 1974, entrambi italiani residenti in Giugliano) sono stati tratti in arresto in flagranza di reato per concorso in contrabbando aggravato di tabacchi lavorati esteri. Anche questo ulteriore sequestro di sigarette di contrabbando – che fa seguito a quello di 4 tonnellate dello scorso 6 maggio effettuato a Marcianise – testimonia la professionalità e l’impegno profusi dalle Fiamme Gialle casertane che operano su strada a tutela della sicurezza economico-finanziaria dei cittadini ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale e che alimenta le casse della criminalità organizzata. Sono in corso indagini per risalire alle rotte di approvvigionamento delle bionde e individuare eventuali altri responsabili del contrabbando che risulta essere, nell’ultimo periodo, in sensibile ripresa, sia sotto il profilo delle quantità importate che della connessa vendita al minuto.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    Ottantasette sono i paesi partecipanti alla cinquantottesima Esposizione Internazionale d’Arte- La Biennale di Venezia, tra cui quattordici i paesi relativi all’America Meridionale, Centrale e Settentrionale. Stati Uniti, Canada, Messico, Guatemala, Uruguay, Cuba, Grenada, Haiti, Repubblica Dominicana, Antigua e Barbuda, fino a scendere in Brasile, Argentina, Perù e Cile, questi sono i protagonisti in Laguna del continente americano. Il caso forse più emblematico che interpreta e riflette sulla mostra May You Live In Interesting Times è quello del Venezuala con il suo padiglione chiuso all’interno dei Giardini dal titolo Metáfora de las tres ventanas Venezuela: identidad en tiempo y espacio. I problemi politici del Venezuela sono amaramente noti a tutti, con la repressiva dittatura di Maduro combattuta dalla popolazione bisognosa di libertà e diritti, supportata in questa lotta da Juan Guaidò e da Leopoldo López. Un Venezuela in piena guerra civile, con il popolo sfinito, senza farmaci e supporti umanitari, che avrebbe portato in Laguna una mostra diretta da Oscar Sottillo Meneses con lavori di Natalie Rocha Capiello, Ricardo García, Gabriel López e Nelson Rangelosky. Per l’America Centrale sicuramente degni di nota sono il Padiglione Cuba, presso l’Isola di San Servolo, diretto da Margarita Sanchez Prieto con gli artisti Alejandro Campins, Alex Hérnandez, Ariamna Contino e Eugenio Tibaldi laddove ognuno di essi riflette sulla relazione uomo ambiente. Entorno aleccionador (A Cautionary Environment), questo il titolo della mostra, condivide l’idea che le azioni dei singoli siano rilevanti per tutti noi e abbiano ricadute su luoghi e ambiti diversi. Al contrario lo scenografico padiglione del Guatemala, curato da Stefania Pieralice, dal titolo Interesting State, è dedicato alla violenza sulle donne ponendo a confronto il raffinato omaggio a Frida Kahlo, vittima ed eroina, con i volti sfigurati di Elsie Wunderlich fino a giungere alle mani tatuate maschili e femminili di Marco Manzo colte in contrapposizione tra loro. Sempre per il Centro America un posto di massima importanza è riservato al lavoro del curatore Daniele Radini Tedeschi che ha portato il Grenada, con la mostra Epic Memory, a conseguire un notevole successo di pubblico e critica. Il Padiglione riflette sull’identità culturale dei paesi caraibici con risvolti riguardanti integrazione e immigrazione trattati dagli artisti Dave Lewis, Billy Gerard Frank, Shervone Neckles, Amy Cannestra, Franco Rota Candiani, Roberto Miniati e dal collettivo CRS avant-garde. Guatemala e Grenada sono entrambi presso il Palazzo Albrizzi Capello in Cannaregio assieme alla Repubblica Dominicana che per la prima volta fa ingresso in Biennale con un proprio padiglione. Per l’America Settentrionale non si può non apprezzare ai Giardini il Padiglione Stati Uniti con la mostra Liberty/Libertà diretta da Brooke Kamin Rapaport con opere di Martin Puryear che riflette sul rapporto artista cittadino attraverso i valori democratici alla base della civiltà.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    Domani, venerdì 17 maggio, dalle 21.30, all’associazione culturale no profit Club 33 Giri, si terrà la grande festa di chiusura della stagione 2018/2019: salirà sul palco la cantautrice belga Sarah Carlier accompagnata dal percussionista Alix Pilot. Il live si terrà a Santa Maria Capua Vetere (Ce) nella sede associativa in via R.Perla (Central Park, angolo via Jan Palach). La grande festa di chiusura della stagione coincide con l’ultimo appuntamento della rassegna ’33 Giri Around The World’ che vedrà salire sul palco cantautrice belga Sarah Carlier. Nata da padre belga-congolese che lavorava come chitarrista professionista e da mamma poetessa e scrittrice, Sarah inizia a scrivere e suonare all’età di 16 anni. Ispirata da artisti come Nina Simone, Tracy Chapman, Jimi Hendrix o John Mayer, Sarah interrompe i suoi studi in antropologia per immergersi completamente nella sfera musicale con le prime esibizioni live. E’ da poco uscito il suo quarto album “Shy Girl”, anticipato dal singolo “Nation of Love”. La sua voce calda e accattivante abbandona il consueto set up voce e chitarra in favore di arrangiamenti tipici da band, con nuovi strumenti e con il groove che l’ha sempre contraddistinta. L’associazione culturale no profit Club 33 Giri, inoltre, invita tutti a partecipare all’ottava edizione del festival ‘La Musica può fare’. Appuntamento domenica 16 giugno 2019, all’Arena Ferdinando II (interno Villa Comunale) a San Nicola La Strada (Ce). La line up: Romito, Mòn e Bradipos IV.

    Cronache della Campania@2018


    Loading...
    0 0

    auto-rubate

    Castellammare di Stabia/Pompei. Si indaga sui complici della banda delle auto rubate, “rigenerate” e reimmesse sul mercato. Il gruppo che operava in un capannone di Pompei si serviva anche di abili meccanici il cui compito era quello di riparare le auto incidentate con pezzi di auto rubate. Un sistema ben organizzato quello smantellato dai carabinieri della Stazione di Pompei, coordinato dalla Procura di Torre Annunziata, che ha portato all’esecuzione di quattro ordinanze di custodia cautelare. Praticamente la banda si procurava auto rubate i cui pezzi venivano sostituiti su auto incidentate. Messi a nuovo i veicoli erano venduti online a prezzi di mercato anche convenienti. Sono decine le persone truffate. In manette sono finiti il 31enne Tito Maurizio Alfonso di Castellammare di Stabia, il 28enne Criscuolo Taddeo di Castellammare di Stabia, il 64enne Izzo Armando di Gragnano e il 21enne Catello Scarpato di Castellammare di Stabia. Per Izzo e Taddeo è arrivato il divieto di dimora in Campania, per gli altri due invece il carcere. Dovranno rispondere di associazione per delinquere finalizzata alla ricettazione e al riciclaggio di auto rubate e truffa.  L’indagine, diretta dalla procura di Torre Annunziata e condotta dalla Stazione Carabinieri di Pompei, ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti di tutti gli indagati, già gravati da precedenti penali e di polizia, in ordine al riciclaggio di alcune autovetture e parte di altre rinvenute e sequestrate a Pompei nel febbraio 2018 quando si era proceduto al fermo di indiziato di delitto di uno degli odierni arrestati sorpreso alla guida di un furgone con all’interno le parti già sezionate di una autovettura rubata la notte precedente in Somma Vesuviana. La condotta illecita prevedeva ruoli predefiniti da parte degli associati. Due erano gli organizzatori e promotori del sodalizio con il compito di reperire le autovetture di illecita provenienza, acquistare modelli corrispondenti incidentati ed eseguire, unitamente con gli altri complici, le operazioni tecniche di ricondizionamento e alterazione dei segni distintivi provvedendo alla ripunzonatura dei telai, all’assemblaggio di più parti di diverse autovetture, alla riprogrammazione delle centrali elettroniche. I veicoli riciclati venivano quindi rivenduti a ignari acquirenti attraverso annunci su siti on-line specializzati.Uno degli arrestati, fittizio titolare di una ditta individuale per la rivendita di auto, provvedeva alle operazioni finanziarie conseguenti alle vendite e alla distribuzione dei profitti ai sodali. Il meccanismo illecito è stato disvelato attraverso l’analisi dei traffici telefonici nonché attraverso intercettazioni di conversazioni ed accertamenti tecnico-scientifici sui veicoli oggetto di sequestro, poi restituiti agli aventi diritto.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    corallo-aeroporto

    Napoli. I finanzieri del Comando Provinciale di Napoli, presso l’aeroporto di Capodichino, hanno sequestrato 2 esemplari di corallo appartenenti a specie protetta dalla convenzione di Washington. In particolare, le fiamme gialle della Compagnia di Capodichino, unitamente a Funzionari dell’Ufficio delle Dogane – Sot Aeroporto Capodichino, durante i normali controlli ai passeggeri in transito presso lo scalo aeroportuale partenopeo, hanno individuato una cittadina di origine spagnola – M.G.A. di anni 29 – in partenza da Napoli con volo diretto a Copenhagen – Danimarca. Il controllo del bagaglio a seguito ha consentito di rinvenire 2 esemplari di corallo del peso complessivo di 1,7 kg circa, appartenenti alle specie “Pocillopora Spp” e “Tubipora Musica”, che la donna ha dichiarato di aver acquistato in un mercato della zona, entrambe protette dalla convenzione di Washington sul commercio internazionale di dette specie, più comunemente conosciuta come C.I.T.E.S.. Al termine del servizio, i coralli sono stati sequestrati mentre la responsabile rischia una sanzione pecuniaria da un minimo di 3.000 euro ad un massimo di 15.000 euro. L’attività eseguita testimonia il livello di attenzione della Guardia di Finanza di Napoli sul territorio anche in materia di commercio illegale della flora e della fauna in via di estinzione.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    In occasione del Maggio dei Monumenti a Napoli, venerdì 17 maggio dalle ore 16 alle ore 19 e sabato 18 maggio dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16 alle ore 19, nella sede di Amodio A Store in via Portalba 25, Napoli verrà organizzato un appuntamento aperto a tutti gli interessati che prevede delle prove tecniche d’arte. Alcuni allievi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, che hanno frequentato il workshop sull’illustrazione naturalistica con la tecnica del circoletto, (tenuti dal prof. Franco Rotella, a cura della prof. Lorenza Di Fiore, docente presso l’Accademia di Belle arti di Napoli) daranno dimostrazione, attraverso l’uso dei pastelli acquerellabili Faber Castell, della tecnica applicata. Attraverso questa sperimentazione artistica-creativa il pubblico entrerà in contatto con nuove identità visive e percezioni diverse. Ciò che “sentiamo” è ciò che mostriamo… Sarà allestita, negli spazi esterni in Via Port’Alba, una mostra espositiva di tavole con illustrazioni eseguite con la tecnica del circoletto, occasione che permetterà a tutti di visionare come essa abbia dato modo di produrre opere di diversa tipologia e con esiti realistici ottimali. Si entra così in contatto con diverse visioni, tecniche e materiali che si fondono e, nello stesso tempo, attengono bene distinguibile l’origine di questa unione. Colore e struttura. Forma e concetto. I lavori in mostra continuano inesorabilmente a presentarci questa dualità perenne. Diventiamo osservatori e nello stesso tempo siamo chiamati a vivere quella esperienza e a farla nostra. Alcune di queste illustrazioni sono state pubblicate nel libro “Cose e Case: arredo umano” a cura di Franco Rotella ed elaborate dagli studenti del corso di Teoria della percezione e psicologia della forma tenuto dalla professoressa Lorenza Di Fiore. La mostra con il patrocinio culturale della II° Municipalità del Comune di Napoli, sarà inserita nella comunicazione del Maggio dei Monumenti a Napoli, con la cortese collaborazione del presidente dott. Francesco Chirico. In occasione dell’incontro sull’illustrazione, gli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Napoli riceveranno dalla Faber Castell prodotti in omaggio.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    droga-torreannunziata

    Torre Annunziata. I Carabinieri della Sezione Operativa di Torre Annunziata hanno tratto in arresto per detenzione di stupefacente a fini di spaccio Anna Praitano, una 47enne del parco Penniniello già nota alle forze dell’ordine per reati specifici. La donna è stata notata nel corso di un servizio antidroga mentre alla guida di un motorino percorreva contromano una strada del Penniniello. I militari l’hanno subito fermata per sottoporla ai controlli di rito e, tenuto conto dell’atteggiamento ansioso ritenuto esagerato rispetto alla situazione, sottoposta a perquisizione da personale femminile. Nella borsa aveva 374 grammi di cocaina in 2 involucri.
    L’arrestata è stata tradotta nel carcere femminile di Pozzuoli.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    serretiello

    Napoli. Lutto nel mondo della radiofonia campana. Nella notte, in seguito ad una grave malattia, è venuto a mancare l’editore e presidente del Consiglio di Amministrazione di Radio Marte, Paolo Serretiello. Direttore artistico dell’emittente, che fondò nel 1979 e che chiamò così perchè in quell’anno partì una navicella in direzione Marte, Serretiello lascia la moglie e due figli. Nel 2013 il patron di Radio Marte fu nominato Cavaliere nel Sacro Ordine Costantiniano di San Giorgio. Sessant’anni compiuti il mese scorso, Paolo Serretiello era un napoletano doc, originario di Materdei e legatissimo, nonchè profondo conoscitore, delle tradizioni partenopee. Il sindaco della città di Napoli Luigi de Magistris, ha espresso profondo cordoglio per la scomparsa dell’editore di Radio Marte Paolo Serretiello e, anche a nome dell’intera Amministrazione comunale, è vicino alla famiglia e a Radio Marte “Paolo Serretiello – dice – era un editore attento alla vita della città e la raccontava attraverso le frequenze della “sua” radio, che era una delle sue ragioni di vita. Mancherà al mondo della radio, di tutte le radio”.

    Cronache della Campania@2018


    Loading...
    0 0

    Sabato 18 maggio alle ore 18.30, presso la libreria Feltrinelli di Pomigliano d’Arco, si terrà la presentazione del libro d’esordio della napoletana Carmen Manna, la silloge poetica Midnight, edita da Planet Book. Racconta l’autrice: “Midnight” è una raccolta di pensieri d’inchiostro in cui ho sentito tutto quello che è per me l’amore. È la fine e l’inizio di un giorno, la notte, la mia insonnia. Il mio cuore, i miei incubi, chi ha fatto sì che le mie palpebre potessero riposare. È la mia persona. Midnight è una Fenice che ha scritto come si muore e si rinasce. Come facciamo noi. Carmen Manna è nata a Napoli nel 1999. Dopo gli studi liceali, ha scelto la Facoltà di Architettura presso l’Università della Campania “Luigi Vanvitelli”. Appassionata di arte e di scrittura, arriva alla pubblicazione del suo libro d’esordio, Midnight, come primo passo verso il proprio futuro.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    Ieri pomeriggio gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Scampia hanno eseguito una Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura nei confronti di un 48enne napoletano, in quanto  gravemente indiziato dei reati di maltrattamenti e condotta persecutoria in danno alla convivente.I poliziotti, in seguito ad una attenta attività investigativa, coordinati dalla Sezione “Fasce Deboli” della locale Procura, hanno accertato che l’uomo da anni maltrattava fisicamente e psicologicamente la moglie e i propri figli tanto da indurre gli stessi a trovare rifugio presso una località a lui sconosciuta. Gli agenti hanno accertato, altresì, che il 48enne ha più volte minacciato anche i propri familiari e persino i condomini del suo palazzo minacciando di farlo esplodere, per cercare di capire dove si nascondesse la donna con i propri figli. L’uomo è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    polizia-arresto

    Napoli. Ieri sera gli agenti della Polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno proceduto all’arresto di Pepe Giuseppe, 41enne napoletano, perché responsabile del reato di evasione dagli arresti domiciliari. I poliziotti, durante un servizio di controllo del territorio nei pressi del Molo Beverello, hanno notato alcune persone intente ad osservare i turisti in transito nelle vicinanze della banchina. Gli agenti sono intervenuti immediatamente bloccando il 41enne evaso dai domiciliari. L’uomo è stato arrestato in attesa del rito direttissimo che si terrà nella mattinata odierna.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    arrestato

    Ottaviano. I carabinieri della Sezione Radiomobile di Torre Annunziata hanno tratto in arresto un 33enne del luogo in atto sottoposto ai domiciliari per reati inerenti gli stupefacenti e ora resosi responsabile di maltrattamenti in famiglia ai danni dei genitori e della sorella conviventi. I militari sono intervenuti in via delle Palme su richiesta al 112 delle vittime, riuscendo a bloccare l’uomo che stava aggredendo il padre per farsi consegnare denaro per la droga.In sede di denuncia i familiari hanno riferito anche di gravi e ripetuti episodi di violenza pregressi. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato trasferito al carcere di Poggioreale.

    Cronache della Campania@2018


    0 0

    droga

    Afragola. Stanotte gli agenti della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine Campania hanno arrestato Vindice Remo, napoletano di 28 anni, perché responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti, durante un servizio mirato al controllo dell’attività di spaccio nella zona di Afragola, hanno fermato un’autovettura con tre giovani a bordo, i quali alla loro vista hanno tentato di eludere il controllo. Gli agenti hanno prontamente bloccato i tre ragazzi, procedendo alla loro identificazione. I tre sono apparsi subito molto nervosi. I poliziotti, approfondendo il controllo all’autovettura, hanno rinvenuto 11 bustine di cellophane con chiusura ermetica contenente sostanza erbacea risultata essere marijuana e la somma in denaro di 60 euro suddivisi in banconote di vario taglio. Successivamente gli agenti hanno esteso il controllo in un appartamento di via Salicelle, rinvenendo 10 bustine di cellophane contenente marijuana, 1 bustina contenente sostanza stupefacente di colore bianco risultata poi essere cocaina per un peso di circa 1 grammo, 1 bustina di contenente un frammento solido risultato essere MDMA del peso di 3 grammi, un bilancino di precisione elettronico, 2 confezioni in plastica contenenti numerose bustine vuote con chiusura ermetica e la somma in denaro di 630 euro suddivisi in banconote di vario taglio. Tutto il materiale è stato sequestrato. L’uomo è stato arrestato e sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che si celebrerà domani mattina.

    Cronache della Campania@2018


    Loading...

older | 1 | .... | 930 | 931 | (Page 932) | 933 | 934 | .... | 1558 | newer


Loading...